L’analisi di uno strumento finanziario:come effettuarla

business-02L’analisi di uno strumento finanziario rappresenta uno dei fattori chiave che porteranno le probabilità di guadagnare dalla nostra parte. Qualunque sia il nostro timeframe o modo di operare sui mercati, un’analisi fatta in maniera attenta può seriamente fare la differenza e portarci a essere profittevoli nelle nostre operazioni. Chi inizia a fare trading,spesso e volentieri effettua una veloce analisi di quello che è il mercato, dando solo un veloce sguardo alle ultime candele senza prestare attenzione alla tendenza principale. Altri si sentono spaesati non sapendo da dove iniziare a fare una loro analisi. Questo articolo vuole essere d’aiuto a tutte quelle persone che hanno iniziato a fare trading da poco, dando loro una metodica generica su come affrontare questo importante fattore.

1) Determinare la tendenza principale sul nostro time frame di riferimento:

La prima domanda che dobbiamo porci quando andiamo ad analizzare uno strumento finanziario è in che tipologia di mercato si trova. Siamo in una fase di mercato rialzista, ribassista, trading range? Per fare questo dobbiamo prima di tutto non concentrarci SOLO sulle ultime 4-5 candele. Quindi come primo passo diminuiamo lo zoom del nostro grafico, abbastanza da capire se il prezzo si trova in una delle fasi descritte sopra.

2)Tracciare i livelli importanti di supporto e resistenza:

Della stessa importanza del punto 1, tracciare livelli di supporto e resistenza in maniera corretta, porterà dalla nostra parte una probabilità in più per uscire profittevoli da un trade. Per chi non ha idea di cosa siano i livelli di cui parlo, può dare uno sguardo a questo video. E’importante tracciare solo i livelli importanti, vicini a dove si trova il prezzo in quel determinato momento, senza scendere di timeframe per individuarne di nuovi. Avere sul nostro grafico solo quelle aree di prezzo realmente sentite dal mercato ci farà lavorare meglio,senza stare a complicare il nostro trading con tante linee inutili. Per fare questo uno dei miei suggerimenti è di salire nel time frame superiore e tracciare i livelli più importanti, in modo da avere sul grafico in cui operiamo livelli sicuramente sentiti dal nostro orizzonte temporale.

3)Osservare il comportamento del prezzo sui livelli di supporto e resistenza:

Una volta che abbiamo tracciato i punti importanti dove probabilmente il mercato prenderà una direzionalità, dobbiamo domandarci come si sta comportando il prezzo davanti a questi livelli. Sembra dare segnali di rottura del supporto/resistenza? Ci sono segnali di inversione? Ci sono segnali di continuazione? Si stanno formando dei pattern di candele utili alla mia operatività? Questo sono solo alcune delle domande che dobbiamo porci prima di decidere se operare o no.

4)Il comportamento della media mobile davanti al prezzo:

Se analizziamo il mercato facendo uso di una o più medie mobili, vediamo il comportamento di questo indicatore in relazione al prezzo.La media mobile sta seguendo bene la direzionalità del trend? Dove si trova il prezzo in relazione alla media mobile ,sopra o sotto? La media mobile si trova vicino a punti importanti di supporto o resistenza?.

5)Confrontare due diversi timeframe per vedere se abbiamo la stessa direzionalità di trend:

Altro fattore che può aumentare la possibilità di uscire profittevoli da un trade, è rappresentato dalla concordanza di due diversi orizzonti temporali. Se avremo su due grafici di diversi time frame la stessa direzionalità, specialmente in relazione alle medie mobili, potremmo portare un vantaggio dalla nostra parte.

6)Il segnale per entrare nel trade:

Dopo aver analizzato tutti i punti descritti precedentemente, avremo bisogno di un segnale per entrare a mercato. Questo segnale è dato dal nostro tipo di operatività. C’è chi usa i ritracciamenti di Fibonacci, chi l’incrocio di due o più medie, chi i pattern di candele, chi una confluenza di questi. Bisognerà calcolare chiaramente il rischio/rendimento della nostra operazione ma solo questo dedicherebbe un discorso a parte.

Questo articolo vuole coprire in maniera generica quelle che devono essere le domande principali per effettuare l’analisi di uno strumento finanziario. L’importante è avere un chiaro segnale in relazione a tutto quello di cui abbiamo parlato finora e chiaramente in direzione con la tendenza primaria. Inizialmente potrà sembrarvi un lungo processo ma con il passare del tempo e l’aumentare della vostra esperienza,ci metterete pochi minuti. Spero che sarà utile a tutti voi nuovi arrivati nel mondo del trading, sperando vi aiuti ad avere meno perdite possibili e chiaramente essere profittevoli.

Per ogni cosa sentitevi liberi di contattarmi attraverso il mio sito.

Annunci