Il capitale nel trading online:quanto,investire?

imageUna delle domande che ci si pone quando si inizia a fare trading è quanto capitale investire.Inizialmente, guardando anche gli ingannevoli banner pubblicitari,avremo la convinzione di poter guadagnare migliaia di euro partendo da un piccolo conto di centinaia di euro. Dal mio punto di vista non c’è niente di più sbagliato nell’illudersi in questo modo e in questo articolo andrò a spiegarvi il perchè.

1) Pro e contro di un piccolo capitale:fare trading con un piccolo capitale presenta molti vantaggi se siamo dei trader novizi. È considerato un vantaggio perchè probabilmente il nostro primo conto,quello con cui pensiamo di fare tantissimi soldi dopo qualche mese di demo,andrà a polverizzarsi nel giro di poche operazioni. Come possiamo pensare di affrontare i mercati avendo si e no capito ma non applicato i concetti base?Solitamente dopo qualche mese in demo,siamo convinti di poter guadagnare perchè siamo rimasti profittevoli.

Il problema principale è che fare i soldi quando questi sono finti non implica il lato emotivo. Tanto se perdiamo 4000 euro cosa ci importa? Mica sono soldi veri. Questo cambia quando noi iniziamo a fare operazioni con denaro reale,dove una perdita di 4000 euro su un capitale di 5000 sicuramente non risulterà piacevole. L’esempio appena fatto è per dimostrare nel bene o nel male,che all’inizio saremo quasi sempre destinati a bruciare il conto.Succederà non perchè abbiamo un piccolo capitale ma per il semplice fatto che non abbiamo disciplina, strategia e money management.Il capitale diventa importante solo quando noi abbiamo un nostro piano di trading e siamo disciplinati sul mercato.

Fino a quel momento è inutile pensare di investire grandi somme sul mercato,perchè sarebbe come far guidare una Ferrari a una persona che non ha mai guidato. Un piccolo conto di trading va usato solo e semplicemente per fare pratica,inserendo nella nostra operatività quel concetto che con il denaro in demo non c’è, ossia l’emotività. Non ho mai reputato lavorare in demo una perdita di tempo, dato che io stesso ho passato molti mesi in fase dimostrativa costruendo quelle che sono le basi del mio trading system, ma prima o poi bisognerà fare i conti con il fattore emotivo.

2)Pro e contro di un grande capitale: finalmente dopo mesi o anni piccoli conti e risultati profittevoli,abbiamo deciso di investire una cifra importante nel mondo del trading online. Quali caratteristiche deve avere un capitale per essere considerato tale? Questo sicuramente dipende dalla nostra disponibilità economica e propensione al rischio. Ognuno di noi ha un profilo differente riguardo questi aspetti e sta a noi capire quanto vogliamo investire. Sicuramente deve essere una cifra che anche se importante,non è indispensabile. Questo perchè a livello emotivo saremo sicuramente meno influenzati dalle perdite,dato che non sono soldi di cui abbiamo bisogno per vivere.

Sapere di perdere grandi cifre quando abbiamo una famiglia da mantenere non è una cosa che a mio parere fa parte del trading, anche se purtroppo capita. Bisogna essere responsabili e sapere che il denaro investito può essere perso. Quindi prima di domandarci quanto capitale dedicare al trading, domandiamoci se possiamo permetterci un simile rischio. Se la nostra risposta è affermativa e abbiamo una bella parte di denaro da dedicare al trading, dobbiamo pensare a quella cifra che può permetterci di lasciare completamente spazio alla nostra operatività.Con questo non voglio dire che dovrà permettermi di aprire 18 operazioni al giorno, ma dovrà lasciarci completa libertà nella nostra strategia permettendoci di guadagnare.

Per fare un piccolo esempio, se lavoriamo su grafici giornalieri è a mio parere inutile aprire una posizione che possa portarci nel giro di 5 giorni a un guadagno di 30 euro. Specialmente perché su orizzonti temporali così larghi, dovremmo anche inserire stop che vanno dai 50-100 pips. Quindi non ne vale la pena,se non per fare pratica sulla nostra strategia. Questo esempio era per far capire che dobbiamo avere sempre dei trade che vadano a darci reali guadagni in base alla nostra operatività e non farla risultare una perdita di tempo in relazione al denaro investito nell’operazione.

3)Quali sono le cifre da investire: leggendo questo articolo vi sarete domandati quali siano le cifre da investire,sia piccole che per iniziare a fare seriamente. Quello che vedrete scritto è chiaramente la mia opinione personale. La cifra minima,almeno per il nostro primo conto di trading,ossia quello che consideriamo già perso e bruciato, deve essere di almeno 500-1.000 euro. Una cifra che sicuramente non andrà a darci grandi soddisfazioni ma ci servirà per creare la nostra strategia di lavoro e darci piccolissime soddisfazioni.

In caso andrà male, abbiamo perso delle cifre che fortunatamente non cambiano la vita. In caso queste cifre siano importanti per voi, evitate di investire e rimanete a fare tanta pratica, fino a quando non potrete dedicare questo capitale al mercato. Una seconda cifra che potrebbe fare da capitale intermedio è tra i 1.000 e 3.500. Cifre di questa grandezza permettono di avere piccoli guadagni e con un buon money management portare a buoni risultati. È sempre una cifra per fare pratica con il nostro trading system ma sicuramente potrà dare soddisfazioni se siamo trader profittevoli.

Il capitale da investire quando ci sentiamo pronti e abbiamo una strategia solida e funzionante,deve partire da un minimo di 10.000 euro o se proprio vogliamo essere attenti anche 5.000 euro,con un money management e disciplina perfetti. Un capitale da 5.000 euro sicuramente potrà lasciare meno libertà per la nostra operatività ma se siamo trader che fanno dalle 5-10 operazioni al mese,possiamo anche investire il 2% per operazione. Questo come dicevo inizialmente,dipende molto dalla nostra propensione al rischio.

Spero che questo articolo  sia utile per il vostro trading e per le vostre scelte.Per ogni cosa vi aspetto sul sito.

Annunci