Il trading sulle notizie: perchè evitarlo

Leggendo il titolo dell’articolo, alcuni trader potrebbero non essere d’accordo perchè vedono il rilascio dei dati economici come una grande opportunità per guadagnare in pochissimo tempo sul mercato. Ognuno è libero di avere una sua opinione riguardo questo argomento e cercherò di spiegare in queste poche righe perchè secondo me il trading sulle notizie dovrebbe essere evitato. La giornata di contrattazione presenta in diversi momenti della giornata il rilascio di molti dati,alcuni più o meno rilevanti di altri. Più un dato sarà importante, maggiore sarà la volatilità che andrà a portare su determinati strumenti finanziari.Un mercato volatile è sicuramente ottimale per operare ma la volatilità che si crea durante il rilascio di un dato è erratica. Questo vuol dire che non abbiamo oscillazioni di prezzo in una direzione ben definita, ma assistiamo a forti movimenti non direzionali che troveranno una stabilità nelle ore successive. In questi pochi minuti ogni logica di mercato o tendenza che si era creata può essere completamente invertita,oppure portare a forti movimenti in una direzione e subito dopo in quella opposta.

Il mercato quindi diventa totalmente imprevedibile e fare trading diventa come tentare la fortuna alla roulette. Essendo il gioco d’azzardo totalmente diverso dal fare trading, dobbiamo evitare di operare quando questi dati vengono rilasciati. Andrò a fornirvi alcuni motivi per cui a mio parere non vale la pena fare trading qualche secondo dopo il rilascio di una news:

1) Non abbiamo assolutamente idea di quanto la volatilità che porterà il rilascio del dato sarà forte. Questo vuol dire che nel giro di pochi secondi la nostra posizione potrebbe trovarsi con 30-40 pips di loss e continuare ad andarci contro. Pensiamo sempre prima a quanto rischiamo di perdere al posto di pensare ai guadagni.

2)Quando la news viene rilasciata, tutto il movimento che si è creato nelle ore precedenti può essere completamente cancellato e quella che pensavamo essere la tendenza giornaliera ben definita viene cambiata.

3)I primi forti movimenti erratici potrebbero andare a prendere i nostri stop loss che pensavamo essere sicuri. Questo perchè con le notizie abbiamo alta volatilità e i nostri 25 punti di stop che prima ci sembravano sicuri, diventano un facilissimo bersaglio per la nuova situazione di mercato.

4)Il nostro stop loss potrebbe non essere rispettato e la nostra operazione chiusa al primo prezzo disponibile. Questo vuol dire che se noi inseriamo uno stop loss di 25 punti ma il mercato apre con la nuova candela 30 punti sopra, il nostro trade avrà un loss di 55 pips. Una situazione simile andrebbe a portare perdite in più a quello che è il nostro money management.

5)Durante il rilascio dei dati si assiste spesso ad allargamenti degli spread. Durante una situazione simile,la nostra esecuzione a mercato a causa di una differenza molto più ampia tra domanda e offerta, andrebbe ad avere uno spread maggiore. Potremmo trovarci con una differenza di 7-10 punti anche sui cambi più liquidi contro 1-2 punti che solitamente paghiamo.

Come avrete capito operare in queste situazioni porta notevoli rischi al nostro capitale,gestione del rischio e alla nostra emotività.Fare trading durante il rilascio dei dati è come trovarsi in un mare in tempesta. Meglio attendere che si calmi.

Annunci