Quello che i broker scorretti non dicono…lo stop hunting

Il primo passo per avere successo nel trading online è affidare il nostro denaro a un broker che vada a lavorare per noi e non contro di noi. Purtroppo,specialmente quando si è agli inizi di questa attività, la disinformazione può essere distruttiva per il nostro conto di trading e portarci ad operare con intermediari finanziari scorretti. Il broker market maker può avere accesso a tutte le nostre coordinate dell’operazione (Entry point,take profit e stop loss) e attuare sulla piattaforma tutta una serie di operazioni che portano il nostro trade in perdita nonostante eravamo posizionati a mercato nella maniera corretta.

Questo vuol dire che possiamo essere anche molto bravi a operare sul mercato ma se avremo dalla nostra parte un broker che si comporta in maniera non corretta, le nostre possibilità di guadagnare saranno praticamente nulle. Nel video verranno confrontati tre diversi grafici dello stesso strumento finanziario nello stesso arco temporale, affrontando una delle operazioni che vengono attuate per non permetterci di guadagnare sul mercato, ossia la famosa “Stop Hunting”. Oltre alla spiegazione di questo fenomeno che purtroppo avviene spesso sugli strumenti su cui operiamo,verranno anche dati suggerimenti su come comportarsi davanti a queste situazioni.

  

Annunci