Trendline: cosa sono e come tracciarle

Quando iniziamo la nostra attività di trading online, uno dei primi concetti per l’analisi di un determinato strumento finanziario è l’uso di una linea di tendenza, anche chiamata Trendline.

La Trendline rappresenta una delle basi fondamentali del trading attraverso l’analisi tecnica. Grazie a essa saremo in grado di determinare quelli che potrebbero essere i futuri movimenti del mercato, individuando zone sensibili di mercato e realmente importanti per gli investitori.

Sarà possibile tracciarle su ogni tipologia di timeframe e strumento finanziario, quindi potremo adattarla al nostro stile di trading, che sia intraday o di più lungo termine.

La nostra linea di tendenza potrà essere di diversi tipi:

-Rialzista, se unirà minimi crescenti-

-Ribassista, se unirà massimi decrescenti-

Quando invece questa linea unirà due o più punti situati sullo stesso prezzo, avremo a che fare con un livello statico di supporto o resistenza. Se vuoi comprendere i maniera migliore i livelli statici, puoi cliccare qui.

Risulterà quindi di fondamentale importanza unire i punti importanti del mercato, altrimenti avremo una trendline non tracciata correttamente, e di conseguenza aumenteranno notevolmente le nostre possibilità di effettuare un trade sbagliato.

Il grado di affidabilità di una trendline dipenderà moltissimo dal numero delle volte che le contrattazioni andranno a poggiarsi su essa. Avremo bisogno almeno di due rimbalzi per determinare che quella tendenza potrebbe essere affidabile, mentre con un terzo test l’affidabilità aumenterà notevolmente.

Annunci

Un pensiero su “Trendline: cosa sono e come tracciarle

  1. Pingback: Supporti e resistenze: cosa sono e come tracciarli – Sos Price Action: il trading attraverso l'uso della price action

I commenti sono chiusi.