FTSE MIB: cosa accade e come comportarsi

Le ultime sedute del nostro listino, il FTSE MIB, sono state caratterizzate da forti vendite e nervosismo sul mercato. Sono diverse le motivazioni sia dal punto di vista tecnico che fondamentale, a portare gli investitori a chiudere o vendere parte delle loro posizioni.

Tra queste non possiamo sicuramente non evidenziare l’indecisione sul nuovo governo o le parole di Matteo Salvini e Paolo Savona.

Come dovremmo comportarci davanti a questa situazione? Quali sono le motivazioni di queste performance negative?

In questa video analisi approfondiremo quelle che sono le principali cause dei movimenti attuali, spiegando come potremmo gestire la situazione attuale sia dal punto di vista fondamentale che tecnico.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

Annunci

Italia e BTP: lo spread a 200 punti deve preoccuparci?

Nelle ultime sedute abbiamo visto aumentare notevolmente lo spread BTP/Bund. Diverse sono le motivazioni che hanno portato alla vendita dell’obbligazionario di casa nostra, sia di carattere tecnico, emotivo e fondamentale.

Tra queste le parole di Matteo Salvini riguardo il nuovo governo e i suoi rapporti con l’Unione Europea, Giuseppe Conte come nuovo premier e un governo operativo da poche giornate.

Dobbiamo quindi preoccuparci di queste forti discese?

Dal punto di vista di un investitore approfondiremo le motivazioni che hanno causato la situazione attuale, e se questa debba essere vista come un qualcosa di preoccupante per la nostra economia.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

FTSE MIB, indici europei e americani: il punto della situazione

A causa di quelle che sono le indecisioni per la creazione di un nuovo governo, l’indice di casa nostra vede nelle sue contrattazioni forti movimenti di vendita.

Quali informazioni possiamo avere dai grafici? I movimenti di discesa hanno superato zone importanti?

In questa video analisi vedremo quello che accade sul FTSE MIB e sui principali indici europei e americani, analizzando i principali livelli e quadri tecnici. Oltre al nostro listino, approfondiremo la situazione tecnica su Dax, Euro Stoxx, Nasdaq, Dow Jones e S&P500.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

EUR/USD e cambi principali: quali informazioni dai grafici?

In questa video analisi vedremo quello che accade sulle principali coppie del mercato Forex, prendendo in considerazione i quadri tecnici e livelli chiave.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

Oro: dove comprare o vendere?

Il grafico dell’oro mostra da inizio anno un quadro tecnico di trading range, dove compratori e venditori continuano a effettuare importanti operazioni sempre sulle stesse zone.

Le contrattazioni del metallo giallo mostrano con precisione aree fondamentali su cui lavorare e attraverso l’analisi tecnica effettuata su diversi orizzonti temporali, siamo in grado di capire dove effettuare i nostri ingressi a mercato.

Nella nostra video analisi vedremo quali siano zone interessanti per questa importante materia prima e come si potrebbe lavorare dal punto di vista operativo.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

Sperando che la lettura di questo articolo sia stata utile, ti suggerisco di dare un’occhiata al mio sito cliccando qui. Troverai molto altro materiale riguardante la didattica e il mondo del trading online.

Webinar: analisi didattica dei mercati

In questo webinar effettueremo un’analisi operativa sui principali mercati finanziari (Forex, indici, materie prime e bond), mostrando tutte le motivazioni che portano a scegliere determinati strumenti al posto di altri, e come le occasioni individuate possano poi essere gestite.

 

La spiegazione di ogni singolo concetto è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

EUR/USD: livelli chiave e considerazioni

In attesa della riunione della Federal Reserve (FED) il cambio EUR/USD continua a indebolirsi, mostrando nella sua discesa il superamento di importanti livelli chiave. Una delle cause di questa debolezza è da riscontrare nella forza del Dollaro americano, che ha portato l’Euro e le principali valute del mercato Forex a forti vendite.

Dal punto di vista tecnico, il cambio ha visto la rottura dell’area che rappresentava i minimi di inizio anno, portando così parte degli investitori a vendere la valuta dell’Eurozona. Oltre all’importanza di questo livello statico, andava ad aggiungere ulteriore rilevanza all’area di 1.2200 una trendline di supporto dinamico.

In questo video vedremo quanto accaduto finora attraverso l’analisi dei principali livelli chiave e delle dinamiche di prezzo, fornendo le motivazioni che hanno portato alle discese attuali e ipotizzando quali potrebbero essere le prossime aree importanti del mercato.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

Euro: prepariamoci a Mario Draghi e la BCE

Buongiorno a tutti i lettori, nella giornata di oggi avremo il classico appuntamento con la BCE (Banca Centrale Europea) per le decisioni riguardanti la politica dell’Eurozona. Da quelle che sono le previsioni degli analisti non dovrebbero esserci modifiche sui principali indicatori. Il tasso di interesse dovrebbe infatti rimanere invariato, come quello sui depositi e le operazioni di rifinanziamento marginale.

Davanti a un quadro tecnico simile, saranno infatti le parole del presidente della BCE Mario Draghi a fornire importanti indicazioni di politica monetaria.

Sulle valute che lavorano contro l’Euro possiamo infatti notare l’importanza delle contrattazioni, che vanno nuovamente a posizionarsi su livelli tecnici fondamentali, specialmente per quanto riguarda la coppia EUR/USD.

In questa video analisi vedremo quello che accade sulle principali coppie con l’Euro, approfondendo i diversi quadri tecnica della coppia primaria e dei suoi correlati.

L’analisi è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

Oro e petrolio: importanti segnali da prezzo e volumi

Nelle ultime sedute abbiamo visto oro e petrolio, due tra le più importanti commodities, lavorare su livelli fondamentali di prezzo. Sono molte le informazioni che riescono a fornirci i grafici e i loro volumi, mostrando come alcune zone siano realmente rilevanti per le contrattazioni di questi due strumenti.

In questo video vedremo attraverso l’analisi tecnica e volumetrica, come queste due materie prime mostrino un quadro tecnico ben preciso, dove sia livelli statici che dinamici offrono informazioni ben chiare su dove operare.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.