Mini Webinar: introduzione ai livelli chiave nel trading online

Annunci

Regolamentazione ESMA: un vero problema per i trader?

A partire dal luglio 2018 entrerà in vigore la nuova regolamentazione dell’ESMA, l’autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati, che impone forti limiti di leva finanziaria come misure temporanee di intervento sui prodotti di contratti per differenze (CFD), compresi quelli che utilizzano criptovalute, per gli investitori privati nell’Unione europea (UE).

Quali saranno le principali modifiche?

Limitazione della leva in relazione agli strumenti finanziari e derivati:

  • 30:1 per le principali coppie di valute
  • 20:1 per le coppie di valute non principali, l’oro e gli indici principali
  • 10: 1 per le materie prime diverse dall’oro e dagli indici azionari non importanti
  • 5:1 per le singole azioni e altri valori di riferimento
  • 2: 1 per criptovalute.

Il divieto di commercializzazione e distribuzioni di opzioni binarie. A differenza delle opzioni che possono svolgere un ruolo prezioso nella copertura dell’esposizione a determinate attività, le opzioni binarie non soddisfano alcun reale bisogno di investimento per gli investitori al dettaglio.

Quali le modifiche secondarie?

Una regola di chiusura automatica di tutte le posizioni del margine per conto trading. Questo standardizzerà la percentuale di margine al 50% del margine minimo iniziale richiesto, imponendo ai fornitori di chiudere uno o più dei CFD aperti di un cliente privato.

Protezione del saldo negativo obbligatorio. Ciò fornirà un limite garantito per le perdite dei clienti privati.

Una restrizione agli incentivi offerti per negoziare i CFD. Niente più bonus o percentuale sullo spread come accredito.

Un avviso di rischio, inclusa la percentuale di perdite sui conti degli investitori al dettaglio del fornitore di CFD, determinata in modo standardizzato.

Perché dei cambiamenti così restrittivi?

L’analisi dell’ESMA mostra che il 74% -89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro sui propri investimenti, con perdite medie che vanno da € 1.600 a € 29.000. Mentre alcune autorità nazionali garanti della concorrenza hanno adottato misure in questo settore, l’ESMA offre lo strumento più efficiente per fornire un livello minimo comune di protezione.

Le nuove regolamentazioni dell’ESMA creano realmente un problema per il trading di tutti i giorni o di più lungo termine? Chi ha vantaggi e chi no con questi cambiamenti?

Troverete la risposta all’interno di questo video, che spiegherà con diversi esempi quanto letto in questo articolo, così da comprendere i cambiamenti riguardanti la leva finanziaria e margine, e capire se realmente rappresentano un problema per la nostra operatività.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta suggerimento per quanto riguarda investimenti:

 

 

 

 

 

Truffe nel trading: come evitarle e riconoscerle

Nel mondo del trading online molto spesso si viene ingannati da banner pubblicitari, dove la garanzia di avere rendimenti stellari e guadagni sicuri con poco capitale sia possibile.

Tutto questo porta purtroppo una grande parte di investitori a perdere denaro a mercato, in alcuni casi anche i risparmi di tanto lavoro sperando di diventare milionari.

In questo video vedremo come determinati rendimenti non siano nella maggior parte dei casi possibili, prendendo come esempio alcuni titoli del mercato americano. Verranno inoltre forniti dei suggerimenti per evitare questi annunci, utili solo a chi vuole guadagnare sulla vostra inesperienza.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

Forex: cosa accade sulle principali coppie di valute?

Buongiorno a tutti i lettori,
in questa video analisi vedremo quello che accade sulle principali coppie del mercato valutario attraverso un grafico daily.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

Mercato Forex: cosa avviene sui cambi maggiori?

Buongiorno a tutti i lettori,
in questa video analisi vedremo quello che accade sulle principali coppie del mercato valutario attraverso un grafico daily.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

Bitcoin: perché non improvvisarsi investitori

Il video è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

Potrete visualizzare i precedenti articoli dedicati al Bitcoin a questi link:

  1. Conviene investire in Bitcoin Parte 1.
  2. Conviene investire in Bitcoin Parte 2.

Il trading può diventare un lavoro?

Quando iniziamo a fare trading, pensiamo che sia semplice guadagnare e farlo comodamente seduti a casa nostra. Non aiutano le molteplici pubblicità ingannevoli, dove nella maggior parte dei casi vengono assicurati enormi guadagni attraverso qualche piccolo versamento.

Guadagnare con il trading è quindi possibile o no? Può diventare un vero e proprio lavoro? Potrà assicurarmi uno stipendio mensile?

Troverete la risposte o il mio modesto parere all’interno del video.

 

Zucchero: trading range da monitorare

Da inizio del mese di aprile, lo zucchero muove le sue contrattazioni all’interno di un trading range ben definito. Possiamo individuare con precisione quelli che sono i livelli chiave di supporto e resistenza, forniti dal precedente movimento ribassista che rimane comunque la tendenza primaria.

I compratori vedono l’area di 16.12$-16.00$ come zona per effettuare acquisti, mentre i venditori liquidano le loro posizioni a 17€. Analizzando l’andamento delle medie mobili a 75 e 100 periodi, abbiamo una ulteriore conferma del bilanciamento dei prezzi, indicazione che dovrebbe farci capire l’importanza dell’area attuale sia per quanto riguarda un trading di lungo o breve termine.

Il breakout di questi livelli porterebbe conferme importanti dato che ci ci troviamo in un’area di prezzo fondamentale, dove i grafici di lungo termine mostrano gli ultimi test nel mese di maggio 2016.

Questo è uno dei fattori, sicuramente tra i principali, che deve portarci a seguire con estrema attenzione quelli che saranno i prossimi movimenti di prezzo. Riuscire a lavorare in direzione corretta potrebbe portare dalla nostra parte ottime opportunità di guadagno.

Prima di pianificare la nostra operatività, cerchiamo di capire bene quale sia il nostro orizzonte temporale d’investimento, dato che ci avviciniamo alla scadenza del contratto attuale.

 

L’analisi è a scopo didattico e non rappresenta suggerimento per investimenti.

 

 

 

Broker online: suggerimenti e tipologie

Scegliere il broker online rappresenta uno dei momenti fondamentali nell’attività di trading. Non tutti gli intermediari online sono uguali, sia per quanto riguarda la correttezza verso i propri clienti che tipologia.

In questo video saranno dati alcuni suggerimenti a scopo didattico su come scegliere un broker e capire quale tipologia sia più adatta a noi.

Le spiegazioni sono a scopo didattico e non rappresentano suggerimento per investimenti.

Stop Hunting: esempi e suggerimenti

La scelta del broker è fondamentale per iniziare la nostra attività di trader, dato che attraverso questo effettueremo le nostre operazioni di borsa. Varie sono le tipologie di intermediario online, ma qualunque sia quella che andremo a scegliere, ci aspetteremo correttezza e affidabilità riguardo i nostri ordini a mercato.

Cosa avviene se il broker non si comporta in maniera corretta? Come possiamo capire determinate situazioni e salvaguardare il nostro capitale?

In questo video vedremo alcuni esempi riguardanti lo stop hunting, ossia caccia agli stop.

La spiegazione è scopo didattico e non rappresenta suggerimento per investimenti.