Trading durante le festività: cosa fare?

Salve a tutti i lettori,
in questo breve articolo cercherò di dare risposta a una delle domande che ricevo ultimamente tramite mail. Nel caso tu non abbia voglia di leggere tutto, troverai qui sotto sotto il video articolo:

Bisognerebbe fare trading durante il periodo festivo?

Come prima cosa dobbiamo cercare di capire quali siano le festività che realmente influenzano il mercato, ossia quelle che prendono in considerazione la maggior parte delle nazioni europee e americane. Se volessimo fare un esempio, potremmo considerare come importanti giornate di festa Natale e Capodanno, Pasqua, il Giorno dell’Indipendenza e il Giorno del Ringraziamento.

Conviene fare trading durante queste giornate?

Quello che posso suggerirti è di trascorrere queste giornate con la tua famiglia e di riposarti come premio per il tuo anno di trading, dato che non vale assolutamente la pena essere a mercato in questi periodi. Se non hai avuto un anno di profitti, ricarica nuovamente le batterie perché sicuramente meriti di farlo.

Anche perché… la maggior parte degli operatori non sarà presente a mercato.

In quale periodo non dovrei fare trading e perché?

Dovresti evitare di fare trading dal 24 dicembre fino al 10 gennaio, o nel caso di altre festività evitare quelle giornate.

I principali motivi sono:

BASSA VOLATILITÀ

Solitamente il periodo festivo è caratterizzato da una bassa volatilità di mercato. Non essendoci possibilità di avere importanti movimenti, i mercati finanziari sono visti con poco interesse e quindi non in grado di fornirci decenti profitti. Come ulteriore lato negativo, la bassa volatilità potrebbe portare a improvvisi allargamenti di spread e spike di prezzo, andando in questo modo a compromettere le nostre operazioni.

BASSA LIQUIDITÀ

Il motivo principale della bassa liquidità è una conseguenza dell’assenza dei big player del mercato (hedge fund, operatori istituzionali, banche). Se loro, che muovono enormi somme di denaro non sono presenti a mercato, perché dovremmo esserlo noi?

TRAPPOLE ATTUATE DAI BROKER

È noto che i broker Forex sono abituati ad aumentare lo spread durante le festività. Succede a causa della bassa liquidità e di conseguenza, da una forte discrepanza tra la domanda e l’offerta. Essendo il mercato molto liquido nella normali giornate di trading, abbiamo un rapporto tra domanda e offerta costante, situazione totalmente differente e non presente nel periodo festivo. Non è possibile indicare la data esatta in cui il broker aumenterà lo spread. Quindi, cerca di controllarlo di entrare nel trade.

CONDIZIONI DI MERCATO IMPREVEDIBILI

Come accennato nel primo paragrafo, a causa della bassa liquidità, il prezzo potrebbe muoversi in modo imprevedibile. Potrebbe oscillare in  un range di 30 pips per tutto il giorno o improvvisamente muoversi di 90 in un minuto. Da trader non avrai alcune possibilità di salvarti da questi movimenti improvvisi, che potrebbero trarre in inganno anche i tuoi EA. Ricorda quindi di disattivarli prima di prenderti la tua pausa festiva.

RICARICHIAMO LE BATTERIE 

Le vacanze sono la grande opportunità per te di rilassarti o fare una profonda boccata d’aria fresca prima di continuare la tua lunga corsa. Probabilmente hai passato molto tempo sui mercati durante l’anno e il trading non è la migliore attività per questi giorni. Meglio passare una giornata in completo relax, magari trascorrere qualche giorno fuori piuttosto che cercare di seguire la tendenza USD/JPY.

Annunci

Bitcoin: il punto della situazione

Buongiorno a tutti i lettori, in questa video analisi vedremo quello che accade sulla coppia BTC/USD, pesantemente influenzata da vendite su livelli sensibili del mercato.

Questa Criptovaluta torna al di sotto dei minimi toccati nella giornata del 22 dicembre, mostrando un segnale di debolezza nel quadro di breve termine.

Osservando i movimento di prezzo su grafico giornaliero, vedremo quali potrebbero essere i prossimi punti importanti per le contrattazioni di questa coppia.

L’analisi è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

Conviene investire in Bitcoin? Parte 1

Il Bitcoin ha mostrato da inizio anno delle performance di oltre il 500%, rappresentando nel mercato delle valute una nuova opportunità di investimento.

Può essere il Bitcoin una nuova opzione per diversificare il nostro capitale o esistono opportunità migliori? Quali sono realmente i rischi e le motivazioni di questa salita? Quali i vantaggi e svantaggi?

In questo video forniremo risposta a queste domande, mostrando attraverso l’analisi di diversi fattori se il Bitcoin possa essere considerato un investimento ottimale in relazione ai rischi.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

 

Oro: la compressione dei prezzi è sempre più evidente

Si conclude una nuova ottava e l’oro continua a evidenziare l’importanza di determinati livelli chiave, con oscillazioni di prezzo all’interno di un range sempre più ristretto. La figura triangolare che si sta formando da alcuni mesi ci suggerisce di monitorare l’oro con attenzione, dove le zone di contrattazione sono ormai ben definite.

Come comportarsi per quanto riguarda l’operatività con il metallo giallo? In questo video analizzeremo l’oro attraverso l’uso dell’analisi tecnica, individuando tutte quelle zone importanti che vanno a delineare la figura triangolare. Saranno forniti anche suggerimenti operativi su come comportarsi davanti a questa situazione.

Il video è a scopo didattico e non rappresenta suggerimento per investimenti.

 

 

Petrolio: i miei pensieri analizzando il grafico

Le quotazioni del petrolio continuano a salire, arrivando a toccare i 50$ a barile. La zona di contrattazione è molto importante per l’analisi dell’oro nero, che dai minimi toccati nelle prime giornate di febbraio non sembra voler arrestare la sua salita.

Cosa aspettarci nelle prossime sedute? In questo video analizzeremo il petrolio attraverso l’uso dell’analisi tecnica e volumetrica, ipotizzando quelli che potrebbero essere i suoi futuri movimenti. L’analisi è a scopo puramente didattico e non rappresenta suggerimento per investimenti.

 

Oro: abbiamo chiari segnali su come comportarci

L’oro è uno degli strumenti finanziari su cui la maggior parte degli investitori basa la sua operatività. Analizzando bene quelli che sono stati gli ultimi mesi di contrattazione possiamo capire in maniera chiara come comportarci: evitare il trading sull’oro fino al breakout di una delle compressioni di volatilità e prezzo.

Perchè questa opinione? I fattori sono molteplici, riscontrabili sia attraverso uno studio delle correlazioni primarie tra azionario e il metallo prezioso, sia attraverso l’analisi tecnica con i suoi supporti statici e dinamici. Il video è a scopo didattico e non rappresenta suggerimento per investimenti.

 

 

 

I mercati dopo le parole di Mario Draghi

Le parole di Mario Draghi deludono le aspettative degli investitori. I mercati azionari e obbligazionari interpretano le decisioni di politica monetaria in maniera negativa, con forti movimenti di discesa e alta volatilità. In questo video saranno analizzati i principali strumenti attraverso l’analisi tecnica in relazione a quello che è il quadro economico globale. Verranno individuati i livelli chiave sui diversi asset finanziari e quelli che potrebbero essere i futuri movimenti di mercato.

 

Si può vivere di trading?

In questo breve video didattico si cercherà di dare risposta a una delle domande principali di chi inizia a lavorare sul mercato: è possibile vivere di trading online? Secondo una statistica effettuata su conti reali, il 90% delle persone che inizia a fare trading continua a perdere soldi sui mercati. Questo accade non perchè non siamo capaci di guadagnare, ma principalmente a causa di alcuni importanti fattori che vengono inizialmente sottovalutati: mancanza di una strategia operativa e formazione, disciplina quando si operare un metodo di analisi sbagliato.Ricordate sempre che operare sui mercati non è gioco d’azzardo e ogni giorno vi confrontate con professionisti che hanno dedicato anni della loro vita a questa professione. Farvi trovare impreparati sicuramente non è la miglior soluzione.

Segnali di indecisione sui mercati

Con la chiusura dell’ottava precedente abbiamo avuto dal mercato forti segnali di indecisione. Nonostante le importanti notizie macroeconomiche della scorsa settimana, i mercati non sono riusciti a fornirci importanti indicazioni direzionali. In questo video sarà effettuata una panoramica degli strumenti principali attraverso l’uso dell’analisi  tecnica e lo studio dei movimenti del prezzo su grafico settimanale e giornaliero.

 

Oro: come comportarsi sul metallo giallo?

Con la chiusura dell’ottava precedente, il metallo giallo è andato a segnare una performance altamente positiva tornando nuovamente nell’area dei 1.170$ l’oncia e segnando il massimo assoluto degli ultimi 4 mesi. Analizzando il grafico settimanale possiamo vedere come questa zona di prezzo sia di fondamentale importanza per la contrattazione dell’oro, avendo lavorato in passato come resistenza. Da inizio luglio abbiamo avuto dei prezzi contenuti al di sotto di questa zona, che hanno ritrovato un punto di ripartenza nell’area dei 1.080$. Guardando l’immagine potete notare come il livello chiave preso in analisi abbia lavorato in maniera ottimale anche in passato, rappresentando già dagli ultimi mesi del 2014 una zona di prezzo da monitorare con molta attenzione. La media mobile a 21 periodi è stata superata verso l’alto dai prezzi ma non può essere ancora considerata un segnale per nuovi acquisti, dato che la tendenza principale, se prendiamo in analisi i movimenti da inizio anno rimane ribassista. Per essere prudenti una soluzione potrebbe essere quella di aspettare un chiaro segnale direzionale su questa zona di prezzo, in modo da capire la direzionalità del metallo giallo, e se il movimento avuto finora è un ritorno dei tori sul mercato o una continuazione della tendenza primaria.

Ounce Gold USD