Euro: prepariamoci a Mario Draghi e la BCE

Buongiorno a tutti i lettori, nella giornata di oggi avremo il classico appuntamento con la BCE (Banca Centrale Europea) per le decisioni riguardanti la politica dell’Eurozona. Da quelle che sono le previsioni degli analisti non dovrebbero esserci modifiche sui principali indicatori. Il tasso di interesse dovrebbe infatti rimanere invariato, come quello sui depositi e le operazioni di rifinanziamento marginale.

Davanti a un quadro tecnico simile, saranno infatti le parole del presidente della BCE Mario Draghi a fornire importanti indicazioni di politica monetaria.

Sulle valute che lavorano contro l’Euro possiamo infatti notare l’importanza delle contrattazioni, che vanno nuovamente a posizionarsi su livelli tecnici fondamentali, specialmente per quanto riguarda la coppia EUR/USD.

In questa video analisi vedremo quello che accade sulle principali coppie con l’Euro, approfondendo i diversi quadri tecnica della coppia primaria e dei suoi correlati.

L’analisi è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

Annunci

DAX: il quadro tecnico è chiaro

Il futures del DAX mostra in maniera chiara quello che ormai accade da diversi mesi. Prendendo in considerazione il periodo maggio-giugno, possiamo infatti notare una compressione dei prezzi ben visibile, che si sviluppa in due aree fondamentali per le contrattazioni dei prezzi.

Il grafico 4H rende ben visibile una resistenza statica posta in area 12.850-12.900 e un supporto dinamico che continuare a contenere i prezzi a partire dalla giornata del 18/05/2017. Questo supporto si è formato a causa di acquisti effettuati in area 12.500, e al momento contiene i prezzi a 12.650 con la formazione mostrando una ricostruzione di acquisti di breve termine.

Tutto questo porta alla creazione di un triangolo ascendente, che non permette un tipo di operatività direzionale andando a prediligere degli acquisti sui supporti e vendita sulle resistenze. Si potrebbero sviluppare interessanti situazioni operative con il breakout di uno dei livelli di supporto e resistenza, dato che questa situazione dura ormai da diversi mesi, mostrando indecisione per quanto riguarda investimenti di medio breve termine.

Risulta estremamente rischioso lavorare all’interno della figura, dato che abbiamo avuto da entrambe le aree chiave diversi rimbalzi.

Analisi dei principali listini europei e americani

In questo video analizzeremo i movimenti di prezzo dei principali listini europei e americani attraverso l’uso dell’analisi tecnica, prendendo in considerazione le aree chiave e livelli importanti per le prossime sedute.

Vedremo quali informazioni vanno a fornirci i futures di Dax, Euro Stoxx, Ftse Mib, S&P500, Nasdaq e Dow Jones.

Il video è a scopo didattico e non rappresenta suggerimento per investimenti.

DAX: i livelli importanti per la giornata odierna

A poche ore dall’apertura di Wall Street, il DAX va a fornirci i livelli chiave da monitorare con attenzione all’interno della giornata. Analizzando il futures dell’indice azionario, possiamo notare la violazione del supporto dinamico in area 10.100, confermato poi dall’inizio delle contrattazioni alle ore 9:00.

Importante la zona di resistenza rappresentata dal breakout di questa mattina (Rettangolo arancione), dove un test dell’area potrebbe fornire un punto ottimale di entrata a nuovi venditori. 9.950/9.900 invece rappresenta l’area di supporto intraday (Rettangolo rosso), zona in cui potremmo assistere a movimenti di ritracciamento sulla tendenza primaria giornaliera.

 

Dax

 

 

EURO STOXX: contrattazioni in area fondamentale

Continuano le forti discese dei mercati azionari, trainati ancora dalla crisi cinese e la discesa dei prezzi del petrolio. Come da inizio anno, l’ottava passata è stata caratterizzata da vendite che hanno visto il superamento di importanti livelli chiave. Analizzando il grafico settimanale possiamo notare come l’EURO STOXX abbia perso solo in questa settimana quasi 200 punti, portando le contrattazioni in area 3.000/2.950.

La zona in cui ci troviamo rappresenta un range di prezzo fondamentale per il futures azionario, che vede in quest’area i minimi più importanti degli ultimi anni. Da inizio 2014, i 2.950 punti lavorano come supporto statico dei prezzi, avendo contenuto i movimenti ribassisti durante tutte quelle che sono state le ultime crisi o tensioni macroeconomiche. I segnali dati dall’EURO STOXX, come quelli delle borse a livello globale, non sono purtroppo dei migliori dato che con la chiusura della giornata di venerdì abbiamo avuto un nuovo minimo rispetto a quello della settimana del 24/08/2015, dove avevamo visto il primo crollo del mercato asiatico.

Le notizie riguardanti il PIL cinese attese per martedì saranno sicuramente utili per capire la direzionalità del mercato, specialmente adesso che sulla maggior parte degli indici ci troviamo in aree importanti. Il breakout dei 2.950 punti potrebbe portare nuove ingenti vendite e iniziare a delineare una situazione realmente pericolosa per i mercati globali, dove le vendite non sarebbero più ipotizzabili come panic selling ma come una reale pressione ribassista da parte degli orsi.

 

ESTOXX50 Price Eur Index

DAX:aree chiave intraday

I forti movimenti ribassisti avvenuti nella giornata precedente stanno portando l’indice a forti discese già dai primi minuti di scambi sui mercati europei. In questo video saranno individuate le aree operative intraday per quanto riguarda le contrattazioni sull’indice DAX e spiegati i motivi principali delle forti discese avute nella seduta di ieri.Le spiegazioni sono a scopo didattico e non rappresentano suggerimento per investimenti.