FTSE MIB: quali sono i livelli da monitorare?

Il nostro listino apre la seduta odierna con una performance negativa, cercando all’interno dell’attuale sessione la conferma di alcuni livelli chiave.

In questa video analisi vedremo e prenderemo in considerazione i movimenti di prezzo sia per quanto riguarda il lungo che breve periodo.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

Annunci

Indici americani: nervosismo sui principali listini

I mercati americani hanno mostrato nelle ultime sedute dei movimenti discesisti, caratterizzati da un forte aumento di volatilità. Analizzando i principali listini possiamo notare come questo nervosismo sia ben visibile nel quadro tecnico, con delle figure classiche di espansione di volatilità.

In situazioni simili, è importante avere un controllo ottimale del rischio, dato che i mercati potrebbero mostrare su quelli che sono i principali livelli tecnici dei movimenti erratici.

In questa video analisi prenderemo come riferimento i principali listini americani, S&P500, Nasdaq e Dow Jones, mostrando quello che accade e come la volatilità sia in grado di creare situazioni in cui i nostri stop loss non possono essere quelli con cui abbiamo lavorato nei mesi precedenti.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

EURO STOXX: a che punto siamo?

Si è conclusa una nuova ottava e l’indice Euro Stoxx ha visto le contrattazioni muoversi all’interno di un trading range ben definito.

Le informazioni fornite dai prezzi vedono come livello di resistenza 3.482 mentre il supporto a 3.438. Analizzando i movimenti di questa settimana potrà sembrare che non ci siano alcune utili indicazioni, ma inserendole in un contesto di lungo termine abbiamo dal punto di vista grafico qualcosa di interessante.

Guardando il mercato attraverso un grafico 4H e prendendo come riferimento i massimi toccati nel mese di maggio (per la precisione il giorno 8), è possibile notare una serie di massimi decrescenti che portano alla creazione di una resistenza dinamica. Questa risulta estremamente affidabile per quanto riguarda la sua validità, dato che il mercato è stato respinto più volte ogni qual volta si sia raggiunta questa trendline.

Nella giornata del 18 maggio abbiamo avuto invece dei minimi acquistati nuovamente a 3.510 punti. Spostando la resistenza dinamica su questo livello di prezzo il grafico ci mostra un canale ben visibile, dove sia massimi che minimi vengono rispettati.

Perché dobbiamo considerare la scorsa ottava interessante?

Come è possibile vedere dall’immagine, le contrattazioni della passata settimana vanno a delinearsi proprio su questo livello dinamico di supporto, dove il mercato sta tentando di ricostruire una nuova partenza.

Se il movimento all’interno del canale dovesse essere nuovamente confermato, un primo ostacolo per una ripartenza rialzista dei prezzi sarebbe rappresentato dalle mediana del canale, che vede 3.500 come livello importante. Superata questa, il mercato potrebbe nuovamente vedere un ritorno in area 3.550-3.525 punti.

A delineare l’importanza dei 3.500 punti sono sia la mediana del canale che la resistenza mostrata dai prezzi all’interno di questa settimana. Osservando attentamente il grafico vediamo come entrambe vadano a incontrarsi, confermando con maggiore affidabilità l’importanza di questo livello.

 

FTSE MIB: cosa aspettarci?

Dal alcune giornate il nostro listino continua a muoversi all’interno di alcune aree ben definite senza riuscire a trovare una direzionalità. E’ possibile identificare queste zone come 21.200 per quanto riguarda la resistenza, 20.600 il supporto.

All’interno di questa video analisi vedremo cosa accade sul listino di casa nostra attraverso il grafico giornaliero, individuando attraverso l’uso dell’analisi tecnica le zona importanti di prezzo sia statiche che dinamiche. Verranno mostrati anche alcuni scenari che potrebbero verificarsi nelle prossime sedute.

Il video è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

DAX: il quadro tecnico è chiaro

Il futures del DAX mostra in maniera chiara quello che ormai accade da diversi mesi. Prendendo in considerazione il periodo maggio-giugno, possiamo infatti notare una compressione dei prezzi ben visibile, che si sviluppa in due aree fondamentali per le contrattazioni dei prezzi.

Il grafico 4H rende ben visibile una resistenza statica posta in area 12.850-12.900 e un supporto dinamico che continuare a contenere i prezzi a partire dalla giornata del 18/05/2017. Questo supporto si è formato a causa di acquisti effettuati in area 12.500, e al momento contiene i prezzi a 12.650 con la formazione mostrando una ricostruzione di acquisti di breve termine.

Tutto questo porta alla creazione di un triangolo ascendente, che non permette un tipo di operatività direzionale andando a prediligere degli acquisti sui supporti e vendita sulle resistenze. Si potrebbero sviluppare interessanti situazioni operative con il breakout di uno dei livelli di supporto e resistenza, dato che questa situazione dura ormai da diversi mesi, mostrando indecisione per quanto riguarda investimenti di medio breve termine.

Risulta estremamente rischioso lavorare all’interno della figura, dato che abbiamo avuto da entrambe le aree chiave diversi rimbalzi.

Indici americani e europei: la situazione prima dei Non Farm Payrolls

Nella seduta di ieri i mercati americani hanno nuovamente continuato il loro movimento rialzista, effettuando il breakout di alcune zone di congestione di breve termine. Questa euforia è ben visibile anche sul mercato europeo, che questa mattina apre le contrattazioni in gap superando importanti livelli chiave.

In questa video analisi individueremo su grafico orario i livelli chiave di supporto e resistenza, in modo da determinare quali aree monitorare durante il rilascio dei dati riguardanti l’occupazione americana.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per investimenti.

 

Quali informazioni dai principali mercati prima dei Non Farm Payrolls?

In questa video analisi vedremo quali siano le informazioni fornite dal movimento dei prezzi prima dei Non Farm Payrolls.

L’analisi sarà effettuata su diversi orizzonti temporali, prendendo come riferimento i principali indici azionari americani, le major del mercato Forex e l’oro.

Il video è a scopo didattico e non rappresenta suggerimento per investimenti.

 

FTSE MIB: è il momento di vendere?

Il FTSE MIB chiude la seduta odierna con una performance negativa di -0.25%. A preoccupare non è il valore percentuale di oggi, ma come e dove questa discesa si sia sviluppata.

Il segnale dato dal movimento dei prezzi è seriamente da prendere in considerazione, dato che assistiamo al quarto test negativo dell’area di resistenza posta a 19.600 punti.

Come comportarsi e interpretare questa seduta?

In questo video analizzeremo cosa accade sul nostro indice, prendendo in considerazione il movimento dei prezzi in correlazione con altri indicatori e mercati. Saranno forniti anche suggerimenti a scopo didattico sul come comportarsi.

Il contenuto e le spiegazioni di questo video non rappresentano suggerimento per investimenti.

 

 

 

 

S&P500: gap, trappole e istituzionali

Con l’apertura di questa ottava, avevamo visto sui futures dei principali listini americani la creazione di gap. Queste piccole zone di prezzo, che potevano risultare insignificanti davanti ai forti movimenti di ribasso avuti nelle ore successive, fornivano invece informazioni chiave.

Come potevamo interpretare queste zone di “non interesse” per il mercato? Quale significato avevano?

Nei mercati nulla accade per caso, specialmente quando gli operatori istituzionali sfruttano queste piccole aree di prezzo per dirsi e dirci qualcosa, senza comunicare…

Il video è a scopo didattico e non rappresenta suggerimento per investimenti.