Forex: prepariamoci ai Non Farm Payrolls

In questo video concentreremo la nostra analisi sulle principali coppie del mercato valutario, individuando il quadro tecnico, i livelli e aree fondamentali prima del rilascio dei dati riguardanti l’occupazione americana.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

Annunci

Trading prima delle big news: farlo oppure no?

Quando si inizia a fare trading uno dei principali dubbi che ci poniamo è se sia il caso di operare oppure no prima di eventi importanti, come le elezioni politiche di alcuni paesi o altre importanti decisioni di politica monetaria.

Queste occasioni rappresentano infatti delle tentazioni per quanto riguarda i nostri investimenti, dato che l’alta volatilità attesa dal mercato è superiore alle aspettative e di conseguenza porterebbe ad avere grandi guadagni in un orizzonte temporale molto ristretto.

E’veramente così facile? Come dovremmo comportarci?

In questo breve video didattico cercheremo di dare una risposta a queste domande, mostrando come si sia comportato il mercato davanti a determinati market mover su diverse coppie del mercato Forex.

 

 

 

Cambi IN GBP: i livelli da monitorare prima del rilascio del PIL

Fra qualche ora avremo il rilascio del dato riguardanti il PIL su base trimestrale e annuale del Regno Unito. I cambi in GBP mostrano attesa e indecisione essendo davanti a un importante market mover.

In questa video analisi analizzeremo i principali cambi che lavorano con e contro la Sterlina inglese, individuando i livelli chiave su cui pianificare la nostra operatività intraday.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per investimenti.

Coppie con CAD: livelli e considerazioni prima dei dati CPI

In questa video analisi vedremo cosa accade sulle principali coppie con il CAD prima del rilascio dei dati riguardanti l’indice dei prezzi al consumo (IPC).

Il video è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per investimenti.

Cambi in EUR: la situazione prima delle parole di Mario Draghi

In questa video analisi vedremo quello che accade sui cambi in EUR prima della conferenza di Mario Draghi prevista per questa sera alle 19:00. Saranno individuati su grafico e H1 e daily le zone sensibili di mercato, i livelli di supporto e resistenza in modo da pianificare l’operatività quotidiana o multiday.

Il video è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per investimenti.

Presidenziali americane: quali indicazioni dal Forex?

Il mercato dei cambi mostra interessanti situazioni sui principali cross valutari, delineando quelle che saranno le zone importanti per le future contrattazioni. Indecisione e nervosismo sono ben visibili sui grafici, specialmente nelle ultime sedute che hanno visto un ritorno dei prezzi in aree chiave sia dinamiche che statiche. Causa di questa tensione è riscontrabile nell’attesa di uno dei più importanti market mover dell’anno: le elezioni presidenziali americane.

In questo video effettueremo l’analisi dei principali coppie di valute, individuando su grafico settimanale le zone fondamentali dove impostare la nostra operatività per le prossime sedute.

Le spiegazioni sono a scopo didattico e non rappresentano suggerimento per investimenti.

 

EUR/USD prima della FED: quali informazioni dai prezzi?

Mancano poche ore all’annuncio del tasso di interesse americano, uno dei principali market mover di queste settimane. In attesa dei dati, il cambio EUR/USD mostra una situazione grafica interessante, dove le ripartenze avvenute in data 25 ottobre hanno portato nuovamente la coppia vicino a livelli chiave fondamentali.

Possiamo infatti individuare attraverso il grafico delle aree fondamentali per la contrattazione dei prezzi, specialmente in ottica di medio breve termine. Il grafico 4H mostra con precisione l’area di 1.1130 come resistenza importante e zona in cui avevamo visto nel recente passato l’inizio di forti movimenti discesisti.

Questo ex supporto aveva contenuto i prezzi da inizio agosto, per vedere poi il suo breakout a metà mese di ottobre. Le contrattazioni di EUR/USD, che quota nel momento in cui scrivo il valore di 1.10946, si trovano vicino l’area di 1.1100 che dobbiamo monitorare con estrema attenzione. Con l’annuncio del tasso di interesse, l’alta volatilità potrebbe portare i prezzi a effettuare un test di questa zona e fornirci indicazioni importanti per la nostra operatività.

E’allo stesso modo importante la resistenza dinamica individuata a partire dai massimi toccati il 18 agosto. Prendendo in considerazione questo livello è possibile notare come i venditori abbiano liquidato le loro posizioni a prezzi sempre inferiori, portando alla creazione di una figura triangolare. Questa zona di resistenza rappresenta un secondo ostacolo per l’apprezzamento della coppia valutaria.

 

eurusd

I mercati a pochi minuti dai Non Farm Payrolls

Sono stati da poco rilasciati i dati riguardanti l’occupazione negli Stati Uniti, con stime inferiori a quanto previsto dagli analisti.

In questo video osserveremo la reazione dei principali mercati (valutario,azionario e materie prime) davanti a questo importante market mover. L’analisi è a scopo didattico e non rappresenta suggeirmento per investimenti.

 

Oro: analisi intraday

La giornata di oggi si preannuncia ricca di importanti dati macroeconomici e alta volatilità, con particolare attenzione al PIL degli Stati Uniti su base trimestrale e al discorso della Yellen alle ore 19:30. Analizzando l’oro prima del rilascio di questi market mover, possiamo notare due aree di prezzo molto importanti, delineate da quelli che sono stati i movimenti degli ultimi due giorni.

E’individuabile come supporto il minimo toccato nelle ultime due sedute a 1.212, dove abbiamo assistito nelle prime ore della notte a nuovi acquisti, che non hanno permesso al presso di raggiungere quotazioni inferiori. Se confrontata con un grafico daily, l’area di supporto mostra ulteriore importanza dato il passaggio delle media mobile a 100 periodi. Come resistenza abbiamo invece 1.232, dove il prezzo è stato respinto più volte nella seduta precedente.

In questo momento la quotazione del metallo giallo si trova all’interno del trading range delineato da questi due livelli, dove sia medie mobili che movimento dei prezzi non forniscono nessuna indicazione direzionale. Un breakout confermato sia dalle quotazioni che dai rispettivi volumi, potrebbe fornire ottime indicazioni sia per veloci operazioni intraday o per il trading della prossima ottava.

 

Senza titolo-1