Volatilità: amica o nemica dal trader?

Nel trading online è fondamentale conoscere e comprendere il concetto di volatilità. Si tende, specialmente agli inizi, a vedere le forti oscillazioni di prezzo come un ostacolo per i nostri investimenti a mercato. Questa paura può portare a non valutare interessanti idee di investimento.

La volatilità è nemica o amica del trader? Bisogna avere paura della volatilità?

Troverete le risposte in questo breve video a scopo didattico. La spiegazione è a scopo formativo e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

Annunci

Euro: spunti operativi per le prossime sedute

La moneta unica mostra interessanti situazioni operative contro diverse valute, dove è possibile individuare quadri tecnici ben definiti sia per i cross principali che secondari. Analizzando i grafici giornalieri abbiamo dal punto di vista tecnico delle zone che il mercato rispetta con precisione, fornendoci possibilità di effettuare investimenti con rischi contenuti.

Nell’intervento tenuto alla trasmissione Forex Time, a partire dal minuto 19:50, troverete le mie considerazioni operative sui cambi EUR/JPY, EUR/USD, EUR/SEK e USD/CAD.

L’analisi è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

 

 

EUR/USD: quali zone comprare e vendere?

Il cambio EUR/USD mostra attraverso i suoi movimenti di prezzo un quadro tecnico molto chiaro, dove è possibile individuare attraverso livelli statici e dinamici le zone in cui il mercato mostra interesse.

Su quali livelli potremmo acquistare il cambio? Quali rappresentano le migliori occasioni in ottica di rischio rendimento?

In questa video analisi vedremo quello che accade su EUR/USD, individuando i livelli chiave e fornendo ipotesi e strategie su quelli che potrebbero essere i prossimi movimenti del cambio.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

 

Forex e indici: occasioni per le prossime sedute

Buongiorno a tutti i lettori, in questo video mostreremo alcune delle occasioni presenti sul mercato valutario e azionario da seguire con attenzione durante le prossime sedute.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

Conviene investire in Bitcoin? Parte 2

Il Bitcoin rappresenta una nuova scelta tra gli asset finanziari per quanto riguarda i nostri investimenti. Prima di concentrarci esclusivamente su quelle che sono state le sue performance da inizio anno, dovremmo porci una domanda:

Quanto è realmente grande questo mercato rispetto a molti altri? Rappresenta realmente una tipologia di investimento? Quali potrebbero essere degli investimenti alternativi?

In questo video cercheremo di fornire una risposta a queste domande, analizzando le diverse capitalizzazioni dei mercati globali  in relazione al mondo del Bitcoin o delle criptovalute.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

Troverete la prima parte del video cliccando qui.

ATTENZIONE: la capitalizzazione del Bitcoin ha superato i 100 miliardi di dollari, essendo aggiornata rispetto a quella presente nell’immagine. In ogni caso i suggerimenti rilasciati nel video possono essere considerati ancora validi.

EUR/USD: comprare o vendere?

Il cambio EUR/USD mostra dal punto di vista tecnico interessanti informazioni operative. Possiamo infatti determinare quelli che sono livelli chiave statici e dinamici su diversi orizzonti temporali.

Quale potrebbe essere la futura direzionalità del cambio? Cosa dobbiamo aspettarci entro la fine dell’anno?

In questo video analizzeremo il cambio EUR/USD su tre diversi orizzonti temporali, andando a fornire ipotesi su quelle che potrebbero essere le future contrattazioni e mostrare le aree di prezzo di maggior interesse dove pianificare la nostra operatività.

L’analisi è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

Pausa nel trading: quando e perché prenderla

Il trading è un tipo di attività che coinvolge diversi aspetti, sia dal punto di vista tecnico che emotivo.

Durante il nostro percorso formativo, capita alcune volte di essere molto stanchi e di non essere in grado di affrontare in maniera lucida il mercato. Le causa possono essere diverse, come una serie di operazioni negative o fattori esterni.

Come comportarsi in questi casi? Quali possono essere la cause delle nostre perdite? E’giusto prendere una pausa e di quanto tempo?

In questo breve video didattico cercheremo di dare una risposta a queste domande, in modo da capire con precisione come comportarsi davanti a situazioni negative che fanno purtroppo parte del percorso di ogni trader.

 

Il trading può diventare un lavoro?

Quando iniziamo a fare trading, pensiamo che sia semplice guadagnare e farlo comodamente seduti a casa nostra. Non aiutano le molteplici pubblicità ingannevoli, dove nella maggior parte dei casi vengono assicurati enormi guadagni attraverso qualche piccolo versamento.

Guadagnare con il trading è quindi possibile o no? Può diventare un vero e proprio lavoro? Potrà assicurarmi uno stipendio mensile?

Troverete la risposte o il mio modesto parere all’interno del video.

 

Dollaro Neozelandese: livelli chiave prima del tasso di interesse

In questo video individueremo i principali livelli chiave nelle coppie che scambiano con e contro il dollaro neozelandese.

L’analisi è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

Profit Factor: come misurare la qualità di un trading system

Articolo in formato video:

 

Articolo in formato testuale:

Quando si inizia a fare trading solitamente si cerca di costruire una strategia che permetta di essere profittevoli in maniera sistematica. Molte volte, durante questo cammino, capita anche di farsi ingannare da persone che promettono attraverso le loro strategie grandi guadagni, magari con poche operazioni.

“Con la mia strategia ho guadagnato 5.000€ partendo da 1.000€!”. Questa è una delle frasi che potreste sentire da alcuni trader, magari facendovi ingannare da come il capitale sia cresciuto del 500%.

A questo punto, che la performance sia reale o no, la domanda che dovreste porgli è: a quanto corrisponde il tuo profit factor ?

Vi starete chiedendo cosa sia il profit factor e quale utilità abbia nella valutazione di un trading system.

Per profit factor si intende il rapporto che c’è tra il totale dei nostri guadagni e perdite. Facciamo un piccolo esempio con due diversi trader: Mario e Luca.

Mario ha un capitale di 10.000€ e dopo tre mesi di trading ha guadagnato 1.000€. Nelle sue operazioni ha avuto un totale di 6.000€ di guadagni e 5.000€ di perdite. Dividendo i guadagni per le perdite (6.000:5.000) avremo un profit factor di 1,2. Questo cosa significa? Che Mario ha rischiato 1 per guadagnare 1,20. In ottica di rischio/rendimento la strategia di Mario nonostante abbia dei guadagni non lavora bene, mostrando una notevole esposizione al rischio con dei profitti di poco superiori al minimo rendimento.

Luca ha lo stesso capitale di Mario e dopo tre mesi ha guadagnato anche lui 1.000€. Analizzando i trade di Luca notiamo che le perdite totali sono state di 600€ mentre i guadagni di 1.600€. Il profit factor di Luca è quindi di 2,66 (1.600:600). La strategia adottata da Luca ha lavorato in maniera migliore rispetto a quella di Mario, dato che attraverso la sua operatività ha rischiato 1 per guadagnare in media 2.66 (quasi 3 volte l’investimento effettuato per ogni singola operazione). Questo mostra che Luca ha gestito in maniera eccellente il rischio, esponendosi in maniera corretta a mercato e con una valida strategia.

Come avrete potuto notare i guadagni hanno sicuramente importanza, ma quello bisogna valutare è il COME questi si siano sviluppati.

Quello che dovremmo cercare di raggiungere nel nostro sistema è un profit factor almeno superiore a 2. Valori inferiori rappresentano un segnale che qualcosa nel nostro sistema non lavora bene, esponendoci a mercato più del dovuto in relazione ai guadagni.

Quando costruite una vostra strategia o apprendete quella di qualcun’altro, ricordatevi sempre di seguire e calcolare questo parametro in base al vostro tipo di operatività, dato che questo rappresenta un indicatore fondamentale per la qualità di un trading system.