Trading durante le festività: cosa fare?

Salve a tutti i lettori,

in questo breve articolo cercherò di dare risposta a una delle domande che ricevo ultimamente tramite mail. Nel caso tu non abbia voglia di leggere tutto, troverai qui sotto sotto il video articolo:

 

Bisognerebbe fare trading durante il periodo festivo?

Come prima cosa dobbiamo cercare di capire quali siano le festività che realmente influenzano il mercato, ossia quelle che prendono in considerazione la maggior parte delle nazioni europee e americane. Se volessimo fare un esempio, potremmo considerare come importanti giornate di festa Natale e Capodanno, il Giorno dell’Indipendenza e il Giorno del Ringraziamento.

 

Conviene fare trading durante queste giornate?

Quello che posso suggerirti è di trascorrere queste giornate con la tua famiglia e di riposarti come premio per il tuo anno di trading, dato che non vale assolutamente la pena essere a mercato in questi periodi. Se non hai avuto un anno di profitti, ricarica nuovamente le batterie perché sicuramente meriti di farlo.

Anche perché… la maggior parte degli operatori non sarà presente a mercato.

 

In quale periodo non dovrei fare trading e perché?

 Dovresti evitare di fare trading dal 24 dicembre fino al 10 gennaio, o nel caso di altre festività evitare quelle giornate.

I principali motivi sono:

 

BASSA VOLATILITÀ

Solitamente il periodo festivo è caratterizzato da una bassa volatilità di mercato. Non essendoci possibilità di avere importanti movimenti, i mercati finanziari sono visti con poco interesse e quindi non in grado di fornirci decenti profitti. Come ulteriore lato negativo, la bassa volatilità potrebbe portare a improvvisi allargamenti di spread e spike di prezzo, andando in questo modo a compromettere le nostre operazioni.

 

BASSA LIQUIDITÀ

Il motivo principale della bassa liquidità è una conseguenza dell’assenza dei big player del mercato (hedge fund, operatori istituzionali, banche). Se loro, che muovono enormi somme di denaro non sono presenti a mercato, perché dovremmo esserlo noi?

TRAPPOLE ATTUATE DAI BROKER

È noto che i broker Forex sono abituati ad aumentare lo spread durante le festività. Succede a causa della bassa liquidità e di conseguenza, da una forte discrepanza tra la domanda e l’offerta. Essendo il mercato molto liquido nella normali giornate di trading, abbiamo un rapporto tra domanda e offerta costante, situazione totalmente differente e non presente nel periodo festivo. Non è possibile indicare la data esatta in cui il broker aumenterà lo spread. Quindi, cerca di controllarlo di entrare nel trade.

CONDIZIONI DI MERCATO IMPREVEDIBILI

Come accennato nel primo paragrafo, a causa della bassa liquidità, il prezzo potrebbe muoversi in modo imprevedibile. Potrebbe oscillare in  un range di 30 pips per tutto il giorno o improvvisamente muoversi di 90 in un minuto. Da trader non avrai alcune possibilità di salvarti da questi movimenti improvvisi, che potrebbero trarre in inganno anche i tuoi EA. Ricorda quindi di disattivarli prima di prenderti la tua pausa festiva.

 

RICARICHIAMO LE BATTERIE 

Le vacanze sono la grande opportunità per te di rilassarti o fare una profonda boccata d’aria fresca prima di continuare la tua lunga corsa. Probabilmente hai passato molto tempo sui mercati durante l’anno e il trading non è la migliore attività per questi giorni. Meglio passare una giornata in completo relax, magari trascorrere qualche giorno fuori piuttosto che cercare di seguire la tendenza USD/JPY.

Annunci

Trading natalizio: quali giornate evitare e perchè

Quando si inizia a fare trading online, è molto importante conoscere quali momenti evitare nella nostra attività di trader. Tra questi c’è sicuramente il periodo natalizio, dove la maggior parte degli investitori prende una pausa a causa delle festività, rendendo il mercato estremamente volatile e poco liquido.

Come comportarsi?

Semplicemente rimanendo fuori dal mercato, senza operazioni aperte specialmente se si tratta di posizioni intraday. A causa della bassa liquidità le oscillazioni di prezzo potrebbero essere molto più forti della norma, andando a far saltare i nostri stop loss anche oltre il livello stabilito.

In questo articolo troverete un piccolo l’elenco di quelle giornate di trading assolutamente da evitare. Vi suggerisco di prendervi una bella pausa, godervi questa piccola vacanza e tornare sui mercati quando la situazione sarà tornata alla normalità.

23 dicembre: i mercati sono ancora aperti ma la maggior parte degli operatori iniziano a non essere più presente sui mercati a causa delle festività. Avremo mercati con bassi volumi, quindi se avete possibilità chiudete le vostre operazioni e non apritene di nuove.

24 dicembre:a partire da oggi altri operatori andranno via dai mercati, le oscillazioni saranno minime e altamente volatili. Se il vostro broker vi permette di operare durante questa giornata, evitate assolutamente.

25 dicembre: tutti i mercati nella giornata di oggi sono chiusi.

26 dicembre: il trading potrebbe essere disponibile con alcuni broker ma con contrattazioni ridotte al minimo. Anche in questa giornata è chiaramente suggerito di non operare.

27-30 dicembre: i mercati inizieranno a dare i primi segni di un ritorno alla normalità, con dei volumi più alti che nelle giornate precedenti. Potrebbero anche crearsi delle buone occasioni con una direzionalità di breve termine.

31 dicembre: essendo l’ultimo giorno dell’anno assisteremo a contrattazioni minime, quindi evitate di entrare nuovamente sui mercati.

1 gennaio: i mercati sono chiusi.

Dopo la prima settimana di gennaio: liquidità e volatilità iniziano a essere di nuovo presenti sui mercati. Possiamo di nuovo tornare alla nostra attività di trader.

Queste sono tutte le giornate che vi suggerisco di evitare per non aumentare inutilmente i rischi sui mercati. La cosa migliore sarebbe aspettare il 5-7 gennaio, dove abbiamo gli ultimi giorni di festa e torneranno sul mercato anche gli operatori europei.

Se non avete proprio intenzione di riposare nel periodo festivo, usate queste giornate per migliorare la vostra formazione sui mercati.

 

Il trading online durante il periodo natalizio: quali giorni evitare e perchè

Quando si inizia a fare trading online, è molto importante conoscere quali periodi evitare nella nostra attività di trader. Uno di questi è sicuramente il periodo natalizio, che può portare grandi perdite ai trader intraday e non. Tutto questo perchè molti professionisti del mercato iniziano ad andare via date le festività e abbiamo volumi ridotti e mercati praticamente immobili. Quindi basterebbero dei grandi ordini sul mercato per vedere saltare i nostri stop o posizioni di più lungo periodo a rischio. Come comportarsi? Semplicemente rimanendo fuori dal mercato. In questo articolo andrò a fare l’elenco di quelle giornate di trading assolutamente da evitare. Quindi vi suggerisco di prendervi una bella pausa e di tornare sui mercati quando la situazione sarà tornata alla normalità.

23 dicembre:i mercati sono ancora aperti ma la maggior parte degli operatori iniziano a non essere più presenti sui mercati a causa delle festività. Avremo mercati con bassi volumi, quindi se avete possibilità chiudete le vostre operazioni e non apritene di nuove.

24 dicembre:a partire da oggi altri operatori andranno via dai mercati,i movimenti dei mercati saranno minimi. Se il vostro broker vi permette di operare durante questa giornata,evitate assolutamente.

25 dicembre: tutti i mercati nella giornata di oggi sono chiusi.

26 dicembre: i mercati saranno probabilmente aperte ma con contrattazioni ridotte al minimo. Anche in questa giornata è chiaramente suggerito di non operare.

27-30 dicembre:i mercati inizieranno a dare i primi segni di un ritorno alla normalità con dei volumi più alti delle giornate precedenti. Potrebbero anche crearsi delle buone occasioni date da movimenti direzionali. Alcuni operatori tornano al lavoro dopo la pausa festiva.

31 dicembre: essendo l’ultimo giorno dell’anno assisteremo a contrattazioni minime,quindi evitate di entrare nuovamente sui mercati.

1 gennaio: i mercati sono chiusi.

2 gennaio: si torna quasi alla normale situazione di trading sui mercati ma ci saranno comunque ancora molti operatori europei in vacanza. I primi giorni di gennaio solitamente vedono grandi movimenti direzionali, quindi prestate attenzione.

Queste sono tutte le giornate che vi suggerisco di evitare per non aumentare inutilmente i rischi sui mercati. La cosa migliore sarebbe aspettare il 5-7 gennaio, dove abbiamo gli ultimi giorni di resta e torneranno sul mercato anche gli operatori europei. Quindi prendetevi una bella pausa di due settimane in modo da poter affrontare serenamente i mercati, senza rischiare di avere spiacevoli sorprese.

Buone feste a tutti e buon trading per il nuovo anno.