FTSE MIB, indici europei e americani: il punto della situazione

A causa di quelle che sono le indecisioni per la creazione di un nuovo governo, l’indice di casa nostra vede nelle sue contrattazioni forti movimenti di vendita.

Quali informazioni possiamo avere dai grafici? I movimenti di discesa hanno superato zone importanti?

In questa video analisi vedremo quello che accade sul FTSE MIB e sui principali indici europei e americani, analizzando i principali livelli e quadri tecnici. Oltre al nostro listino, approfondiremo la situazione tecnica su Dax, Euro Stoxx, Nasdaq, Dow Jones e S&P500.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

Annunci

EUR/USD e cambi principali: quali informazioni dai grafici?

In questa video analisi vedremo quello che accade sulle principali coppie del mercato Forex, prendendo in considerazione i quadri tecnici e livelli chiave.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

Oro: dove comprare o vendere?

Il grafico dell’oro mostra da inizio anno un quadro tecnico di trading range, dove compratori e venditori continuano a effettuare importanti operazioni sempre sulle stesse zone.

Le contrattazioni del metallo giallo mostrano con precisione aree fondamentali su cui lavorare e attraverso l’analisi tecnica effettuata su diversi orizzonti temporali, siamo in grado di capire dove effettuare i nostri ingressi a mercato.

Nella nostra video analisi vedremo quali siano zone interessanti per questa importante materia prima e come si potrebbe lavorare dal punto di vista operativo.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

Sperando che la lettura di questo articolo sia stata utile, ti suggerisco di dare un’occhiata al mio sito cliccando qui. Troverai molto altro materiale riguardante la didattica e il mondo del trading online.

Oro e petrolio: importanti segnali da prezzo e volumi

Nelle ultime sedute abbiamo visto oro e petrolio, due tra le più importanti commodities, lavorare su livelli fondamentali di prezzo. Sono molte le informazioni che riescono a fornirci i grafici e i loro volumi, mostrando come alcune zone siano realmente rilevanti per le contrattazioni di questi due strumenti.

In questo video vedremo attraverso l’analisi tecnica e volumetrica, come queste due materie prime mostrino un quadro tecnico ben preciso, dove sia livelli statici che dinamici offrono informazioni ben chiare su dove operare.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

Sterlina Inglese: outlook operativo

In questa video analisi vedremo quello che accade sui cambi che lavorano con la Sterlina inglese prima delle parole del governatore della BOE (Bank of England) Carney.

. Saranno presi in considerazione i diversi quadri tecnici attraverso un grafico 4H, individuati i livelli chiave sia statici che dinamici e fornite ipotesi su quelli che potrebbero essere i prossimi movimenti del mercato.

La spiegazione è a scopo didattico e non rappresenta in alcun modo suggerimento per quanto riguarda investimenti.

 

Supporti e resistenze: cosa sono e come tracciarli

L’analisi tecnica rappresenta una delle metodologie con cui cerchiamo di effettuare una previsione dei futuri andamenti del mercato. Questa potrà essere applicata a ogni tipologia di mercato, per esempio il Forex.

Come sarà quindi possibile determinare se uno strumento finanziario è in tendenza rialzista, ribassista o in trading range? Attraverso lo studio dei livelli chiave del mercato.

I livelli chiave posso essere di diverse tipologie:

Dinamici: andranno a unire diversi massimi o minimi del mercato. Vengono anche chiamati Trendline o linee di tendenza.

Statici: quando il movimento dei prezzi si svilupperà più volte sulla stessa zona, effettuando dei test mostrandoci la sua validità.

In questo articolo parleremo dei livelli statici, ma nel caso tu sia interessato a quelli dinamici potrai cliccare qui.

I livelli statici rappresentano una delle basi fondamentali dell’analisi tecnica, dato che grazie a essi saremo in grado di capire quali zone abbiano il maggior interesse per compratori e venditori.

Solitamente sono divisi in livelli di:

Supporto: quando questi rappresentano un ostacolo per le contrattazioni ribassiste, non permettendo al prezzo di andare oltre. Sono quindi il “pavimento” su cui si poggia il prezzo.

Resistenza: quando questi rappresentano un ostacolo per le contrattazioni rialziste, non permettendo al prezzo di andare oltre. Sono quindi il “soffitto” su cui si poggia il prezzo.

Quando il mercato si troverà vicino una di queste due aree, tori (compratori) e orsi (venditori) avranno una reazione molto più aggressiva rispetto a zone di prezzo in cui il mercato non trova interesse.

Queste zone sono quindi dei punti in cui il mercato decide se continuare la sua tendenza, effettuando un breakout del livello, oppure un ostacolo dove si avrà l’ingresso della fazione opposta.

Per fare dei piccoli esempi, su un livello di supporto in una tendenza ribassista, avremo la fazione dei compratori che cercherà di acquistare questo livello perché a prezzo vantaggioso. Dall’altra parte avremo dei venditori che cercheranno di venderlo per unirsi alla tendenza in atto in un punto interessante.

Un livello chiave di supporto o resistenza potrà essere considerato valido e affidabile se:

  • Il mercato avrà almeno testato due volte questa zona, mostrandoci in questo modo il reale interesse degli operatori a mercato.
  • Ha lavorato bene anche nel più recente o lontano passato.
  • Ha più volte respinto i prezzi.
  • Mostra una reazione importante dal punto di vista dei movimenti di prezzo.

Per tracciarli quindi non dovrai fare altro che seguire questi accorgimenti. Sarà il mercato stesso a confermarti la validità del livello se è stato individuato correttamente. Potrai avere questa prova analizzando sia il grafico attraverso i suoi movimenti precedenti, che in quelli futuri.

Potrai individuare e tracciare questi livelli su ogni timeframe, dato che a seconda del tuo orizzonte temporale di investimento dovrai determinare quali livelli siano interessanti per te. E’ovvio che un livello individuato su grafico 5m non abbia importanza su grafico H4 o daily.

Questo perché gli operatori di lungo termine non vedono come importante un livello su un timeframe di gran lunga inferiore. Al contrario invece, l’operatore di breve termine dovrà considerare importanti i livelli individuati su grafico di lungo termine, come per esempio il daily.

Individuando queste zone di mercato in maniera corretta, saremo in grado effettuare entrate con un buon timing a mercato, con un risk/reward favorevole.

Un concetto molto importante riguarda il breakout di questi livelli, dato che un livello di supporto se superato, diventerà una resistenza. Mentre una resistenza se superata, diventerà un livello di supporto.

Più volte questa zona sarà battuta dai prezzi e superata, più sarà difficile vedere le contrattazioni tornare al di sopra o sotto di essa.

 

Forex: due interessanti occasioni dal mercato valutario

Il mercato Forex mostra alcuni interessanti quadri tecnici su cui operare. Grazie alle contrattazioni degli ultimi mesi, possiamo infatti delineare dei canali di prezzo ben definiti, dove il mercato sembra rispettare i suoi livelli chiave.

In questo breve articolo, mostrerò due di queste occasioni individuate tra le coppie esotiche analizzando i grafici 4H:

USD/ZAR

Il cambio USD/ZAR mostra un canale rialzista che ha come punto d’inizio i minimi toccati nella giornata del 26 febbraio di quest’anno. Abbiamo poi avuto conferma del movimento, dalla serie di massimi crescenti che si è sviluppata successivamente.

Dall’immagine possiamo infatti notare come questi punti siano rispettati in maniera ottimale dalla coppia valutaria. In questo momento siamo nuovamente vicini alla resistenza dinamica, quindi sarà importante seguire le future contrattazioni, dato che potrebbero fornire ottime opportunità operative sia tramite breakout che come ulteriore test della figura.

Attendere delle chiare conferme dei prezzi, dato che potremmo avere anche dei falsi breakout.

EUR/SGD

Inversamente a quanto visto su USD/ZAR, il cambio EUR/SGD mostra un canale ribassista, formatosi attraverso una serie di massimi decrescenti dalla giornata del 5 febbraio. A confermare la validità del canale sono le reazioni del mercato sui livelli dinamici, mostrando con precisione l’importanza di queste aree.

Al momento siamo vicini alla linea mediana. Dovremo quindi avere pazienza nell’effettuare entrate a mercato attendendo nuovamente i prezzi sui livelli chiave.